Home Page - Societą Democratica Operaia Chiavenna Torna indietro Contattaci Mappa del sito Area Riservata
Home page - Societą Democratica Operaia Chiavenna Notizie Appuntamenti Fotografie Statuto Storia I Presidenti Consiglio Direttivo

STATUTO DELL’ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO DENOMINATA “SOCIETA’ DEMOCRATICA OPERAJA DI MUTUO SOCCORSO DI CHIAVENNA”.

ART. 11
Le adunanze ordinarie dell’Assemblea Generale hanno luogo in uno dei giorni festivi del primo quadrimestre di ogni anno; le straordinarie nei giorni fissati dal Consiglio Direttivo su richiesta di almeno un quinto dei soci o di cinque consiglieri.  Le adunanze saranno convocate almeno dieci giorni prima mediante avviso pubblico e comunicazione diretta spedita ai soci. Nella convocazione dovranno essere specificati l’ordine del giorno, la data, il luogo e l’ora dell’adunanza, sia di prima che di eventuale seconda convocazione.
Ove possibile e per argomenti di particolare rilevanza, ogni socio dovrà ricevere o procurarsi l’opportuna documentazione.
L’assemblea è convocata presso la sede sociale o altrove purché nel territorio nazionale almeno una volta all’anno entro il mese di aprile.
Hanno diritto di intervenire all’assemblea tutti i soci in regola con il versamento della quota sociale.
Ogni socio ha diritto ad un voto. Le deliberazioni dell’assemblea in prima convocazione sono prese a maggioranza di voti e con la presenza fisica di almeno la metà degli associati.
In seconda convocazione le deliberazioni sono valide a maggioranza qualunque sia il numero degli intervenuti.
L’Assemblea Generale nelle adunanze straordinarie delibera:

  1. sulle modificazioni od aggiunte da introdursi nel presente Statuto;
  2. sugli atti dispositivi del patrimonio immobiliare;
  3. sullo scioglimento della Società;
  4. sulla devoluzione del patrimonio sociale allo scioglimento della società.

Le adunanze in cui l’Assemblea è chiamata a deliberare in merito a modificazioni o aggiunte allo Statuto, saranno convocate almeno trenta giorni prima, durante i quali il testo delle modificazioni ed aggiunte dovrà essere costantemente disponibile nella sede sociale.
Lo scioglimento della Società non può essere deliberato che dall’Assemblea Generale specificamente convocata a questo fine, con preavviso di almeno trenta giorni. La deliberazione relativa allo scioglimento e all’impiego del patrimonio sociale dovrà essere approvata  con una maggioranza di almeno quattro quinti dei soci partecipanti.
Le deliberazioni sulle modificazioni ed aggiunte allo Statuto sociale dovranno essere approvate con la maggioranza assoluta degli intervenuti. 
In nessun caso un  socio può farsi rappresentare da altri nelle adunanze.
L’Assemblea sia ordinaria che straordinaria è presieduta da un socio, nominato a maggioranza dei presenti prima dell’inizio dei lavori.
Le funzioni di segretario sono svolte dal segretario dell’associazione o in caso di suo impedimento da persona nominata dal presidente dell’assemblea.
I verbali dell’assemblea saranno redatti dal segretario, firmati dal presidente e dal segretario stesso e trascritti nel Libro delle adunanze e delle delibere dell’Assemblea dei soci.




Pagina  1  2  3  |4|  5  6  7  8



 Prossimi appuntamenti

 5 per mille

 
ULTIMO AGGIORNAMENTO
26 ottobre 2017

N° COMMENTI :217

ULTIMI COMMENTI


 
Il Coro
Circolo degli Scacchi
Bocciofila
libri
Bertacchi tale e quale



  Mutuo Soccorso
  Gruppo Valmalenco
  Altromercato
  Agenzia per la pace
  Mutualitą Lombardia
  Amici di Vocin
  Salecina



Numero visitatori :

  | HOME | NOTIZIE | APPUNTAMENTI | FOTOGRAFIE |
| STATUTO | STORIA | I PRESIDENTI | CONSIGLIO DIRETTIVO | MAPPA SITO |
  Copyright (c) 2004
Realizzato da De Stefani